Il ritorno alla natura e le tasse delle quote latte

Dicembre 9th, 2014
Post2PDF Versione PDF | 21 Comments

traino-cavalli Ma forse hanno ragione loro, abbiamo sbagliato tutto.

http://www.lastampa.it/2014/12/05/medialab/webdocauto/trattore-addio-nei-campi-tornano-i-cavalli-zkK0EcFsecPbScV4SRa2jI/pagina.html

L’Italia ha ancora un buon clima, ci dobbiamo solo candidare a fare da badanti per i popoli di pensionati dei Paesi del Nord Europa. Accoglierli facendo finta che lo sviluppo del secondo dopoguerra non sia mai avvenuto e sperare che facendo da accoglienza e da assistenza ci scontino così le multe delle quote latte che ancora dobbiamo pagare. Notate solo la distanza tra le piante di mais: per quanto si potranno consentire quelle distanze in agricoltura biodinamica? e poi mi spiegate se gli animalisti sono favorevoli all’uso dei cavalli da traino?

Da Rinascita Agraria
QUOTE LATTE: UE RIFIUTA RICORSO ITALIA
Ancora bufera sulle quote latte e sulla situazione in Italia. L’Unione Europea ha approvato infatti 70,9 mln di euro di tagli sui fondi per irregolarità in 8 Regioni. Il Tribunale dell’Ue ha respinto a Lussemburgo, il ricorso presentato dall’Italia contro la decisione della Commissione europea di applicare sui fondi per l’Italia un taglio forfettario di 70,9 milioni di euro, “a causa di irregolarità nei controlli afferenti il regime delle quote latte riscontrate in Abruzzo, Lazio, Marche, Puglia, Sardegna, Calabria, Friuli Venezia Giulia e Valle D’Aosta, nelle campagne 2004/2005, 2005/2006 e 2006/2007″. L’Italia ha due mesi per appellarsi alla sentenza. Sul fronte delle quote latte, il cui sistema terminerà il 31 marzo 2015, restano pendenti tra la Commissione Ue e l’Italia altri due procedimenti di portata finanziaria ben superiore. Il primo riguarda un retaggio del passato: il recupero di 1,4 miliardi di euro ai circa duemila produttori riottosi, per il superamento delle quote di produzione tra il 2005 e il 2009. In realtà l’Italia ha già accelerato le procedure di recupero delle multe, bloccando i pagamenti della Pac ai morosi per il 2012 e il 2013. Bruxelles non intende neppure chiudere un occhio sulla proroga di sei mesi, nel 2011, del pagamento delle multe a un gruppo di produttori in quanto “non giustificabile da alcuna norma in materia di concorrenza”.
http://www.ansa.it/europa/notizie/rubriche/elementiHP/2014/12/02.html

Nella categoria: Evidenza, OGM & Agricoltura italiana, OGM & Europa

Recensione del libro di Chicco Testa sugli OGM

Dicembre 9th, 2014
Post2PDF Versione PDF | 1 Comment

Sul Corriere della Sera bella recensione dal titolo: “La natura è di destra o di sinistra? Solo una questione di cariossidi.”

Un libro di Chicco Testa con Patrizia Feletig sul rapporto tra Ogm, evoluzione del pianeta e dinamiche sociali

http://www.corriere.it/cultura/14_dicembre_06/natura-destra-o-sinistra-solo-questione-cariossidi-af38bc12-7d54-11e4-878f-3e2fb7c8ce61.shtml

Nella categoria: Antonio Pascale, OGM & Politica

Ingozzatevi pure, ma senza farci anche la morale

Novembre 3rd, 2014
Post2PDF Versione PDF | 27 Comments

cicala-e-formica All’articolo di una settimana fa di Don Ciotti, Olmi e Petrini, hanno risposto sabato Corbellini e Defez. Lo spazio che il Direttore de La Stampa ha concesso a questa lettera è molto inusuale ed assomiglia ad
un avviso del giornale che dice che non ci sono più posizioni di rendita su questi temi e che i pregiudizi e le narrazioni non possono essere gli unici attori della partita del cibo.

Leggi articolo di Ciotti, Olmi, Petrini e la risposta di Corbellini e Defez.

Nella categoria: News, OGM & Mondo

La gestione del consenso

Ottobre 31st, 2014
Post2PDF Versione PDF | 3 Comments

Che la Cina fosse il primo investitore in Biotech lo sapevamo da tempo. Che avesse fatto finta di chiudere agli Ogm di recente era palesemente un trucco retorico, ma ora ci viene detto che si fanno i sondaggi anche in Cina, che i cinesi sono uguali agli italiani: un terzo pro, un terzo contro ed un terzo che non sa di cosa si parla.
La differenza sta nella gestione delle informazioni. Da loro si fa ma non si dice, mentre da noi si lascia una finta democrazia per fare in modo che l’avversione non sia una avversione politica, ma che sia una avversione popolare: i due diversi modi di manipolare l’opinione pubblica. Solo che a noi non viene data voce per dire che vogliamo etichettare i derivati da Ogm, in quel caso decidono le alte sfere con un approccio al tema molto “cinese”.

http://media.mimesi.com/cacheServer/servlet/CropServer?date=20141031&idArticle=195846960&authCookie=2097207208

Nella categoria: News, OGM & Politica

Vitangelo Magnifico da Salmone a Tuttoscienze de La Stampa ed anche Dario Bressanini

Ottobre 29th, 2014
Post2PDF Versione PDF | 60 Comments

http://media.mimesi.com/cacheServer/servlet/CropServer?date=20141029&idArticle=195746181&authCookie=-2001553545

http://media.mimesi.com/cacheServer/servlet/CropServer?date=20141029&idArticle=195746182&authCookie=-2001553544

La comunità scientifica italiana continua a farsi sentire da anni, ma ora viene anche pubblicata. Bressanini da anche i numeri della presunta divisione. Per chi volesse filosofeggiare sul 3% ricordo che Coldiretti vuole vietare anche la sperimentazione in campo per fini di ricerca scientifica pubblica nonostante che gli italiani contrari agli Ogm (secondo i loro sondaggi, pagati da loro) siano 8 volte superiori al 3%.

Nella categoria: News, OGM & Media