Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /web/htdocs/www.salmone.org/home/wp-settings.php on line 512 Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /web/htdocs/www.salmone.org/home/wp-settings.php on line 527 Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /web/htdocs/www.salmone.org/home/wp-settings.php on line 534 Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /web/htdocs/www.salmone.org/home/wp-settings.php on line 570 Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /web/htdocs/www.salmone.org/home/wp-includes/cache.php on line 103 Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /web/htdocs/www.salmone.org/home/wp-includes/query.php on line 61 Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /web/htdocs/www.salmone.org/home/wp-includes/theme.php on line 1109 Deprecated: Call-time pass-by-reference has been deprecated in /web/htdocs/www.salmone.org/home/wp-content/plugins/newsletter/plugin.php on line 910 Deprecated: Call-time pass-by-reference has been deprecated in /web/htdocs/www.salmone.org/home/wp-content/plugins/newsletter/plugin.php on line 910 Ricerca | Salmone.org

Uno solo Paese, lo stesso pregiudizio

Novembre 27th, 2013
Post2PDF Versione PDF | No Comments

I casi delle cellule staminali, OGM, o sperimentazione animale sono sempre stati intimamente legati perché figli degli stessi pregiudizi e delle stesse culture anti-scientifiche. Gli approcci fideisti, “naturali” ed “alternativi” sono identici nei vari casi e tutti confezionati per l’uso della stampa scandalistica con un identico approccio da parte dei gruppi anti-OGM come di quelli animalisti, tra cui l’accusa agli scienziati di essere servi delle multinazionali.
La reazione della comunità scientifica qui coinvolge i vertici degli scienziati italiani del settore, si avvale della voce di Elena Cattaneo e (per ora) riesce a non essere oscurata su Repubblica, ma non si sa per quanto ed a che prezzo.

http://www.repubblica.it/scienze/2013/11/27/news/caro_presidente_caro_premier_ecco_perch_il_nostro_paese_sta_morendo-72052666/

http://www.repubblica.it/scienze/2013/11/27/news/l_italia_non_un_paese_per_scienziati-72052045/

Nella categoria: News, OGM & Media, OGM & Ricerca

I ricercatori parlano della ricerca per gli OGM

Dicembre 17th, 2012
Post2PDF Versione PDF | 1 Comment

Molti ricercatori milanesi parlano dei fondi tagliati e delle opportunità che perdiamo in cambio di nulla e forse anche di cose di minor qualità. Si vede quanto sia falso che ci si preoccupi della carenza d’acqua e dei cambiamenti climatici.

Leggi “Ogm, la ricerca piange

Nella categoria: News, OGM & Ricerca

Lettera aperta dei ricercatori a Napolitano, Monti e Profumo

Dicembre 12th, 2012
Post2PDF Versione PDF | 2 Comments

microscopio
Ancora tagli alla Ricerca per impegni già presi. I ricercatori italiani scrivono a Napolitano, Monti e Profumo. Per sottoscrivere questo testo basta mandare una mail con nome, cognome e
professione a: ecoragionevole@gmail.com

Leggi il comunicato stampa del SIGA e scarica la lettera aperta

Nella categoria: News, OGM & Politica, OGM & Ricerca

Un convegno tra Scienza ed Agricoltura

Novembre 6th, 2012
Post2PDF Versione PDF | 2 Comments

Sembra sorprendente che essendoci Confagricoltura coinvolta non parli il Presidente Guidi, anche vista l’annunciata presenza del Ministro Catania al convegno Agricoltura Domani.
Comunque per chi può essere presente potrebbe essere un utile luogo d’incontro per confrontarsi sui temi di Scienza ed Agricoltura e magari parlare anche di OGM.

Scarica la locandina del convegno Agricoltura Domani

Nella categoria: News, OGM & Ricerca

SIGA. L’Italia regolamenti la sperimentazione in campo delle piante gm

Giugno 15th, 2012
Post2PDF Versione PDF | 6 Comments

La SIGA denuncia: “l’italia regolamenti la sperimentazione in campo delle piante gm, non si perda altro tempo!”

La Società Italiana di Genetica Agraria (SIGA), Società scientifica senza fini di lucro che raccoglie oltre 350 tra esperti e ricercatori che operano principalmente negli Enti di Ricerca Pubblici, esprime la propria profonda costernazione per la distruzione di piante geneticamente modificate (GM) allevate in un campo sperimentale dell’Università della Tuscia, vanificando così una importante ricerca condotta da oltre un decennio dal prof. Eddo Rugini della stessa Università. La SIGA sottolinea che politici provenienti da vari partiti si dichiarano a favore della ricerca, mentre di fatto questa è impedita ai ricercatori del nostro Paese dall’assenza, più volte denunciata in vari ambiti, di un riferimento applicativo di leggi sia italiane sia europee che disciplinino la sperimentazione in campo. Questa assenza sta provocando danni enormi non solo alla ricerca del nostro Paese, che rischia di non essere competitiva con quella di altre Nazioni ben più lungimiranti, ma anche allo sviluppo di un’industria biotecnologica che veda le piante al centro non solo di produzioni agrarie ma anche di farmaci, nuovi materiali, nuovi biocarburanti, etc. Mentre a Viterbo le piante bruciano per l’azione di erbicidi cancellando così il prodotto di una ricerca finanziata con fondi pubblici, in questi stessi giorni negli USA la Food and Drug Administration ha dato parere favorevole all’uso di un farmaco prodotto in carota geneticamente modificata, che salverà migliaia di persone da una malattia rara.

La SIGA chiede di nuovo e con forza che il governo del Paese vari in tempi rapidi una legge che permetta la sperimentazione in campo delle piante geneticamente modificate, secondo quanto già in essere in altri Paesi della stessa Unione Europea, al fine di valutare i prodotti caso per caso senza rifiutare a priori una tecnologia ingiustamente condannata senza alcuna base scientifica ma esclusivamente attraverso campagne denigratorie e spesso culturalmente scorrette. Possiamo, come singole persone, essere d’accordo o meno sull’uso di piante GM, ma dobbiamo tutti salvaguardare la ricerca al fine di giungere a scelte condivise in base a fatti e non parole: la SIGA, attraverso i ricercatori aderenti che impiegano questa tecnologia, è un punto di riferimento in quanto rappresentante gli studiosi di tutti gli Enti di Ricerca pubblici. Questa richiesta è stata in questi giorni avanzata dalla SIGA al Ministro dell’Ambiente, Corrado Clini ed al Ministro delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali Mario Catania, assieme ai Presidenti delle Commissioni del Senato e della Camera della Repubblica italiana referenti per questa problematica ed attendiamo risposte chiare e concrete su questo versante.

Il Presidente - Prof. Antonio Blanco

Nella categoria: News, OGM & Ricerca