Lo Speck è buono, mangiate lo speck

Ottobre 16th, 2012
Post2PDF Versione PDF | 11 Comments

Il titolo come al solito inganna, ma leggendo il pezzo del WWF la questione è ben chiara: lo speck si fa usando OGM, come al solito.

Dopo Parmigiano Reggiano anche lo speck subisce i colpi dell’inquisizione anti-scientifica. Faccio notare che su tutti gli yogurt e latti dell’Alto Adige c’è scritto Senza OGM, oppure No OGM. Ma qui il problema è che i maiali vengono dall’estero e dargli mangimi alle fumonisine causerebbe costi di ingrasso molto superiori.
Quindi mangiate speck con fiducia ora che sappiamo come è fatto.
Una piccola notazione a margine: dicono gli autori WWF del testo che poco speck è locale, mentre la gran parte è d’importazione. Tra I Paesi stranieri produttori di cosce di maiale, secondo l’opinione del WWF Bolzano, si elenca anche l’Italia.

Leggi lo speck altoatesino? senza OGM
Vedi foto

Nella categoria: News, OGM & Media, OGM & Ricerca

Le rubriche di Salmone

Luca Simonetti

Slow Food. Cattivo, sporco e sbagliato

Petrini aggiorna il suo manifesto, “Buono, pulito e giusto”. Qualche…