Greenpeace pensa sempre di parlare a una setta di infatuati

Giugno 9th, 2016
Post2PDF Versione PDF | 5 Comments

Simpson Le rivelazioni sul TTIP non dicono, ancora una volta, quasi nulla se non che Mark Lynas ha avuto ragione (e tanti prima di lui) ad abbandonare Greenpeace per la sua palese ostilità ad usare dati scientifici per sostenere le sue tesi. Se invece di fare i Sipmson come succede spesso nella carta stampata nazionale.

Se decidiamo di accendere il cervello, come fanno Parente e Capone, dovremmo anche chiederci quali interessi stanno coprendo e a quali giochi stanno giocando nella multinazionale dell’ambiente.

Leggi La Repubblica, Il Giornale, Il Tempo, Avvenire, Libero

Nella categoria: News

Le rubriche di Salmone

Luca Simonetti

Slow Food. Cattivo, sporco e sbagliato

Petrini aggiorna il suo manifesto, “Buono, pulito e giusto”. Qualche…