Tentata aggressione al campo di mais Bt

03 Set 2013
Post2PDF Versione PDF

Di polline non se vede più l’ombra, evidentemente a far paura ora è il raccolto…. Intanto Futuragra rilascia un comunicato stampa:

OGM, Futuragra: collaborazione con forze dell’ordine determinante per evitare atti vandalici a vivaro

Pordenone, 2 settembre 2013 – La manifestazione di sedicenti gruppi di ambientalisti tenutasi ieri a Vivaro presso il campo di mais OGM dell’agricoltore Giorgio Fidenato ha vissuto momenti di tensione, ma gli atti vandalici sono stati limitati grazie al pronto intervento delle forze dell’ordine. “La collaborazione tra pubblici ufficiali e agricoltori è stata determinante per scongiurare situazioni difficili, malgrado i propositi dei manifestanti che hanno provato a invadere una proprietà privata senza alcun permesso. A nome di Futuragra desidero ringraziare sentitamente tutte le forze dell’ordine intervenute” ha commentato Duilio Campagnolo, Presidente di Futuragra.

“A tutti coloro che pensano di ergersi a presunti paladini della giustizia è bene ricordare una volta di più che le semine di mais OGM sono avvenute nel pieno rispetto delle norme e della legalità europea, nazionale e regionale. Nel nostro Paese si è creato un clima da caccia alle streghe, ha proseguito Campagnolo. In un simile scenario è facile scatenare reazioni violente e sconsiderate, come già capitato nell’agosto 2010 sui terreni di Fidenato”.

Per informazioni:

Ufficio Stampa: +39 02 43511671

Leggi anche articoli su Libero quotidiano e Messaggero

4 commenti al post: “Tentata aggressione al campo di mais Bt”

  1. Franco NulliNo Gravatar scrive:

    La notizia molto triste: ci hanno provato ancora.
    La notizia buona: li hanno fermati quasi in tempo utile…

    Franco

  2. Franco NulliNo Gravatar scrive:

    http://www.lintraprendente.it/2013/09/i-no-global-che-invadono-la-proprieta-del-libertario-fidenato/

    Consiglio a tutti di perdere qualche minuto per ascoltare questo delirio…

  3. Alberto GuidorziNo Gravatar scrive:

    AGRICOLTORI (se ve ne sono)

    Credete di essere immuni dal vandalismo solo perchè non seminate OGM?
    No, cari miei, e vi spiego il perchè. Guardate questo link e leggetelo (è in francese ma con il traduttore automatico è leggibilissimo e comprensibilissimo.

    http://www.republicain-lorrain.fr/actualite/2013/09/02/coup-de-semonce-contre-les-semences-mutees

    Siccome i facinorosi, a cui non interessano gli OGM in quanto tali, ma è solo un pretesto, in quanto orfani di ideologie rivoluzionarie, per potersi nutrire e compiere atti rivoluzionari (non possono vivere senza), hanno deciso che sementi frutto della moltiplicazione di una mutazione genetica indotta e agronomicamente interessante (in questo caso resistenza ad un diserbo che sfrutta un meccanismo naturale) non sono altro che degli OGM-nascosti. Ecco che che per questo motivo si incita alla distruzione della coltivazione altrui.

    E’ la stessa identica cosa come se fossero entrati nel vostro campo di frumento CRESO (quante volte l’avete seminato? e quali vantaggi ne avete ricavato!), che è frutto di una mutazione indotta da irraggiamento eseguita nel negli anni 60/70 del secolo scorso.
    Ma non è finita qui, avete sentito che è la proprietà della terra che contestano, come pure la possibilità che facciate scelte imprenditoriali autonome (non vogliono che seminiate mais zootecnico perchè le vacche emettono metano), presto distruggeranno quindi il vostro mais convenzionale o la vostra soia solo perchè avete scelto di seminare semi convenzionali e non OGM, ma creati da una capitalistica multinazionale delle sementi. Dovrete optare obbligatoriamente di seminare i vecchi: ottofile, il Marano vicentino, il Bianco perla ecc. ecc. (produzione 30 q/ha massimo).

    Agricoltori svegliatevi e quando lo farete sarà sempre troppo tardi.
    Confagricoltura esci dal letargo, che è ora, e costituisciti parte civile contro quel facinoroso in maglia rossa (chissà perchè ha scelto proprio il rossa Mah!). Dottor Guidi è stato eletto per difendere gli agricoltori suoi associati anche se preferiscono non essere dei Fidenato (anzi come tanti Don Abbondio si giustificano che se il coraggio non l’hanno non se lo possono dare) corrono lo stesso identico pericolo, vedrà sarà presto loro impedito l’accesso all’innovazione per la loro impresa se non ritenuta congruente al pensare rivoluzionario.

  4. Franco NulliNo Gravatar scrive:

    Hai ragione Alberto.
    Le parole dissennate dello scriteriato col megafono davanti al campo di Giorgio evocano scenari come quelli da te paventati.
    siamo a livello di caccia alle streghe.

    Franco

Lascia un tuo commento

Per allegare una vostra immagine a fianco ai commenti registrarsi al sito Gravatar. Quando inserite la mail in fase di commento, bisogna usare la stessa mail che avete usato per registravi al Gravatar

Nella categoria: News, OGM & Aspetti legali

Le rubriche di Salmone

Luca Simonetti

Slow Food. Cattivo, sporco e sbagliato

Petrini aggiorna il suo manifesto, “Buono, pulito e giusto”. Qualche…