Tiene l’accordo tra Stati ed aziende biotech

21 Set 2015
Post2PDF Versione PDF

Gli stati EU si assumono la responsabilita’ di legiferare sui circa 100mila ettari coltivati ad Ogm in Europa, ma come previsto lasciano nelle mani di Bruxelles la responsabilità’ del lavoro sporco, ossia continuare a far arrivare in Europa circa 40 milioni di tonnellate di Ogm per la mangimistica, il tutto col benestare di quelli del chilometro zero:

http://www.isaaa.org/kc/cropbiotechupdate/article/default.asp?ID=13727

1 commento al post: “Tiene l’accordo tra Stati ed aziende biotech”

  1. Giuliano D'AgnoloNo Gravatar scrive:

    Il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali rende noto che il Ministro Maurizio Martina, di concerto con il Ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti e il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin, ha inviato alla Commissione Europea le richieste di esclusione di tutto il territorio italiano dalla coltivazione di tutti gli OGM autorizzati a livello europeo.

    Le richieste sono fatte in attuazione della nuova Direttiva europea 2015/412 dell’11 marzo 2015, che consente agli Stati membri di vietare al proprio interno la coltivazione degli organismi geneticamente modificati.
    Giuliano D’Agnolo

Lascia un tuo commento

Per allegare una vostra immagine a fianco ai commenti registrarsi al sito Gravatar. Quando inserite la mail in fase di commento, bisogna usare la stessa mail che avete usato per registravi al Gravatar

Nella categoria: News, OGM & Economia, OGM & Europa

Le rubriche di Salmone

Luca Simonetti

Slow Food. Cattivo, sporco e sbagliato

Petrini aggiorna il suo manifesto, “Buono, pulito e giusto”. Qualche…