Troppa carne al fuoco

05 Apr 2011
Post2PDF Versione PDF

Il latte di un erbivoro non può sostituire quello materno nelle prime fasi dello sviluppo umano e dare la notizia in questo modo serve solo ad aumentare le paure e il desiderio di chiudere gli ascolti sull’intera tematica. (Leggi mucche biotech, producono latte materno)

2 commenti al post: “Troppa carne al fuoco”

  1. Alberto GuidorziNo Gravatar scrive:

    Perchè ci si scadalizza tanto che una vacca sia ingegnerizzata per produrre un latte con le caratteristiche dell’umano ed invece si sottace su altri animali ingegnerizzati per prpdurre medicamenti? Nel primo caso se ne parla perchè si è convinti che la notizia susciti rifiuto, mentre nell’altro si glissa per paura di essere tacciati di oscurantismo. E’ la dimostrazione che i giornalisti sono quindi solo degli opportunisti

    Esistono, infatti, oggi delle vacche, pecore, capre e maiali transgenici che producono le seguenti proteine umane con importanti proprietà farmacologiche:
    - fattori di coagulazione VIII e IX per curare l’emofilia A e B,
    - alfa-1-antitripsina per la terapia dell’enfisema polmonare,
    - attivatore tissutale del plasminogeno per dissolvere i trombi nel sangue,
    - proteina C anticoagulante,
    - CFTR che regola il passaggio del cloro attraverso la membrana cellulare per il trattamento della fibrosi cistica,
    - lattoferrina come additivo per l’alimentazione dei neonati.

    Do anche questo dato:
    - una vacca per la quantità di latte che produce in un anno e se fosse transgenica per il fattore IX ne produrrebbe da sola abbastanza per curare tutti i malati al mondo di emofilia B,
    - trenta vacche produrrebbero abbastanza “proteina C” per coprire il mercato mondiale di medicamenti per prevenire la formazione di trombi.

    Le notizie riportate sono leggibili nel libro di Gabriele Milanesi – I geni altruisti”

    Nessuno si scandalizza di queste cose anzi sono cose che l’informazione non tocca perchè sarebbero male accolte dall’opinione pubblica, che di fronte alle malattie accetta tutto, dimenticandosi della logica o addirittura dell’etica.

  2. SDEINo Gravatar scrive:

    @ALBERTO,
    condivido “pienamente” quello che scrivi anche se come ormai saprai appartengo alla “fazione” anti-OGM(transgenici) che NON è mai molto presente nel SALMONE.ORG; oltre che definirli “opportunisti” aggiungerei anche l’ aggettivo “ipocriti” perchè a seconda del vento che spira adattano i loro articoli, umanamente ma NON professionalmente l’ unica attenuante che NON li solleva però dalle loro grandi responsabilità ETICHE è che anche per loro vale il “tengo famiglia” !!!

    Stammi bene e a rileggerti, un sincero bravo per le tue lezioni sulla GENETICA; ho così imparato allargando la mia CONOSCENZA diverse cose che NON conoscevo, l’ unico limite forse è che tecnicamente e scientificamente NON è alla portata di un lettore medio !!!

    HASTA SIEMPRE

Lascia un tuo commento

Per allegare una vostra immagine a fianco ai commenti registrarsi al sito Gravatar. Quando inserite la mail in fase di commento, bisogna usare la stessa mail che avete usato per registravi al Gravatar

Nella categoria: News, OGM & Salute

Le rubriche di Salmone

Luca Simonetti

Slow Food. Cattivo, sporco e sbagliato

Petrini aggiorna il suo manifesto, “Buono, pulito e giusto”. Qualche…