Una nuova puntata del Bee-Gate

05 Ott 2015
Post2PDF Versione PDF

ape-mandorloUlteriore tassello sul “Bee-Gate”” di Alberto Guidorzi

3 commenti al post: “Una nuova puntata del Bee-Gate”

  1. marco pastiNo Gravatar scrive:

    Sulle api e neonicotenoidi non c’è mais stata evidenza chiara che siano i secondi a causare la sindrome dello spopolamento degli alveari. Poi incredibile come un progetto, Apenet, finanziato con milioni di euro dai contribuenti abbia dimostrato il pericolo ma poi abbia confuso il rischio col danno effettivo e che su questa confusione abbia trascinato l’intera UE alla proibizione dei neonicotinoidi. A chi interessa consiglio la visione di questo video http://mediasite.ucdavis.edu/Mediasite/Play/8893dbd0b9144f25880df75c6472030a1d in cui si vede come l’Università americana abbia affrontato più seriamente il problema.Se il link non funziona bisogna evidenziarlo e cliccando col tasto destro selezionare vai alla pagina…

  2. GUIDORZI ALBERTONo Gravatar scrive:

    Sopra abbiamo parlato di conflitto d’interesse e prima di gruppi di pressione organizzata, ora parliamo di disonestà vera e propria nella campagna contro neonicotinoidi.

    Una organizzazione dell’industria dell’indignazione, http://sumofus.org/
    ha inviato a Bayer una petizione invitandola a ritirare la vendita dei neonicotinoidi dal mercato. La campagna impostata per sostenere la petizione e raccogliere le firme si basa su una fotografia di uccelli morti lasciando credere che trattasi delle conseguenze dell’uso dei neonicotinoidi.

    La foto, che evidentemente a gente ignara della problematica ha fatto molta impressione e l’ha indotta a firmare la petizione, è totalmente fasulla in quanto trattasi di una foto tratta da un articolo che vuol mostrare come gli uccelli siano vittima dello scontro con barriere trasparenti.

    L’autore dell’articolo ha intimato all’organizzazione ambientalista di togliere la foto. In Germania l’hanno fatto ma ve ne hanno messa un’altra con un solo uccellino morto. Sbagliare è umano ma perseverare è diabolico. Per più dettagliate informazioni ecco il link.

    http://seppi.over-blog.com/2015/10/sumofus-neonicotinoides-et-honnetete.html

  3. franco nulliNo Gravatar scrive:

    I mulini a vento girano sempre finché c’é aria…
    E di aria ne gira sempre purtroppo

Lascia un tuo commento

Per allegare una vostra immagine a fianco ai commenti registrarsi al sito Gravatar. Quando inserite la mail in fase di commento, bisogna usare la stessa mail che avete usato per registravi al Gravatar

Nella categoria: News, OGM & Agricoltura italiana, OGM & Ambiente

Le rubriche di Salmone

Luca Simonetti

Slow Food. Cattivo, sporco e sbagliato

Petrini aggiorna il suo manifesto, “Buono, pulito e giusto”. Qualche…